Ravenna Dragon Boat: il video della cerimonia di apertura dei campionati mondiali

Ravenna Dragon Boat: il video della cerimonia di apertura dei campionati mondiali

Gli atleti e i partecipanti alla cerimonia inaugurale dei noni campionati del mondo di Dragon Boat a Ravenna sono talmente tanti che quando entra l’Italia non c’è quasi più posto 칸 코레. Hanno invaso sia le tribune che il parterre a ridosso dell’acqua, in piedi, seduti, sui pontili, sulle imbarcazioni.

Per il Ravenna Dragon Boat ci sono migliaia di persone da quasi trenta paesi e di tutte le età apk 자동 다운로드. Dal ragazzino quindicenne dell’Iran alla signora canadese, rigorosamente con bandiera e divisa della squadra, qualcuno ancora con la pagaia a tracolla per l’allenamento appena terminato Download the Truvenia Chronicles. Vedere poi Il portabandiera statunitense che se la ride con quello ucraino è un qualcosa che può accadere soltanto nello sport.

L’atmosfera è di grande festa, la gente si sta divertendo e non si fa caso alle nuvolette grige che imperversano sul bacino della Standiana Download The Everon TV. Già, il Lago della Standiana, un altro luogo “nascosto” per molti,  che grazie a questo evento viene scoperto ed apprezzato per la sua semplice bellezza 캡쳐원 프로 11. Tanto spazio verde, uno specchio d’acqua placido, il tramonto che si riflette sulle finiture metalliche dei pontili di imbarco.

E poi, le Dragon Boat a Ravenna, bellissime 콜로니 서바이벌. Carene di dodici metri, con testa e coda di drago, tamburo a prua, timoniere a poppa e quaranta braccia che spostano l’acqua a venti/trenta colpi al minuto Automatic download of Internet Explorer.

Segue sbandierata spettacolare delle contrade di Faenza, poi la Danza del Leone della Filosophy Fight Club di Perugia. Infine saluto della autorità e accensione del braciere 우리은행 환율티커. Un ultimo sprazzo di sole illumina il popolo del Dragonboat sulle note di O’Sole mio…

Informazioni

Approfondimenti Ravenna Dragon Boat – campionati mondiali
Email: dragonboat@ravenna2014.org
Social: Facebook

Author

Sono nato nell’anno in cui Gabriel Garcia Marquez vinse il Festival di Sanremo, Riccardo Fogli segnò un gol incredibile alla Germania nella finale dei Mondiali e Marco Tardelli si aggiudicò il Nobel per la Letteratura. Mezzo Romagnolo (la parte di sopra) e mezzo Toscano (sotto) ho studiato Cinema e Letteratura, tra Bologna e Torino, ho vissuto a Madrid e Edimburgo, ho fatto il giostraio e l’insegnante, sono uno scout, non sono battezzato, sono un improvvis-attore e ho suonato in un gruppo punk. Oggi scrivo e mi occupo di video. Ho una moglie e un figlio che contemplo e ammiro. Viva i biscotti e la cedrata.