EmpiRA: Il Lato Oscuro è a Ravenna!

EmpiRA: Il Lato Oscuro è a Ravenna!

Forse non tutti sanno che, mentre facciamo la spesa, la fila alle poste, o recuperiamo i figli all’asilo, tra noi si potrebbe celare il temibile Darth Vader..!
Star Wars, la saga cinematografica più fortunata di tutti i tempi, ha infatti messo radici anche a Ravenna con EmpiRA, il fan club capitanato da Roby Rani, che sta preparando per noi un evento davvero “stellare” per domenica 21 settembre.
E noi lo abbiamo intervistato, perchè crediamo nel Lato Oscuro!
Roby, raccontami chi siete come se parlasse Yoda

Nel 2005 EmpiRa nata è. RobyRani decise che un gruppo di persone speciali, essere creato doveva, tutti quanti di questa Galassia Stellare appassionati, ognuno in un differente modo era: Gabriele Galli, Marco Puglia, Federico Salatelli e Matteo Diversi membri della prima guarnigione furono; Andrea Gordini, Cristian Nanni, Marcello Pernisa e Simone Scopa unirsi a loro successivamente fecero. Una missione avevano: creare alleanza di fan della galassia ravennate e dell’universo intero, per affrontare il nemico, “IL TEMPO CHE PASSA” distruttore delle gesta di questa Galassia lontana lontana il tempo è, e EmpiRa fino alla fine lotterà, compiendo imprese o eventi unici… fare o non fare non c’è copiare, questo il motto del gruppo è. L’impresa, fino ad oggi funzionato ha.
La missione più riuscita fu quella di recuperare, sistemare e testare le pellicole originali in lingua italica della prima edizione della trilogia, con un proiettore dei tempi più civilizzati, prima del digitale, prima del 4k fu mostrata, in un cinema riesumato per l’evento in una sperduta landa desolata nella campagna romagnola l’adunanza ci fu, nel giorno più importante per la nostra galassia, 4 di maggio (MAY the FOURth be with you) la data scelta è stata, 2013 l’anno è.
Un’alleanza di più di 300 persone da tutta Italia riunita apposta fu, lacrime e abbracci sono stati visti.

Quanti sono i fan di Star Wars nel mondo e in quale posto ce ne sono di più?

Difficile dirlo: è un fenomeno che si tramanda dal ‘77 ed è una delle saghe più viste di tutti i tempi quindi potrei dire dai centomila al milione, forse anche di più.
Di certo però posso dirti che tra i fan più accaniti ci sono, nel mondo, circa 15.000 appassionati di costumi che passano il loro tempo a guardare i fotogrammi della saga cercando di realizzare il costume più accurato possibile e verosimigliante a quello usato nel film.
In Italia siamo più o meno sui 150 suddivisi in Buoni (Rebel Legion – Italian Base) e Cattivi (501st Legion – Italica Garrison), ma non siamo i più numerosi, anche se aumentiamo di mese in mese. Per le mie esperienze il Paese che è più presente nel Fandom di Star Wars è decisamente la Germania, considerando la percentuale popolazione/fan. Per i tedeschi è un vero e proprio cult e si tramanda di generazione in generazione.

Qual è la cosa più strana, comica o folle che hai visto, o sentito, fare ad un fan di Star Wars?

La scommessa di un’insegnante americana, Jennifer Briggs, che per 1000$ accettò di farsi cambiare il nome in Obi Wan Kenobi: l’impiegato però non accettò la cosa in quanto il motivo non era sufficentemente rilevante, ma lei non ne volle sapere e andò in tribunale.
Adesso si chiama Obi Wan Kenobi Briggs. Un’altra, che accomuna svariate centinaia di migliaia di fan, fu quella di segnarsi nello spazio “religione” del proprio censimento come appartenente alla religione Jedi, creando scompiglio e stupore, tanto che in alcune nazioni addirittura risultò come seconda religione del paese. Per molti fu uno scherzo, ma per molti forse no, tanto che esiste una vera e propria schiera di persone che lo professa da tempo, i Jedaisti.

I gadget più assurdi di cui avete sentito notizia?

É stato il padre di Star Wars, George Lucas, a inventare il concetto di gadget cinematografico e quindi ormai ho visto il marchio Star Wars stampato ovunque: bacchette cinesi, biscottiere, tappeti, tostapane, utensili per barbeque, cavatappi, coprisedili, tappetini per l’auto, spazzolini da denti, chiavi, costumi di carnevale per cani, macchine del caffè, biancheria intima, ombrelli… Non saprei qual è il più strano, ormai in questo settore non mi stupisce più nulla.

Cosa farete a Ravenna il prossimo fine settimana?

Saremo innanzitutto a disposizione del pubblico, sia come associazione che come gruppo in costume per foto e chiacchiere: sulle 16 circa ci sarà la tradizionale parata in costume per Viale Alberti, ci saranno gli amici di SO66 Lightsaber Academy (Sopravvissuti all’Ordine 66), neonata scuola romagnola di combattimento con Spade Laser, ci sarà un’esposizione a cura di LSWA Lego Star Wars Addicted, con tutti i modelli in Lego, dal 1999 ad oggi, del famosissimo caccia X-Wing pilotato da Luke Skywalker, che sarà protagonista assoluto di questa domenica, perché proprio di questo X-Wing avremo una copia a grandezza uomo (di proprietà dell’associazione Galaxy) disponibile per foto….o meglio, oltre alle classiche foto sarà possibile sedersi in cabina indossando il casco da pilota ribelle.
Non sarà per ora possibile volare verso Degobah per un tè con il maestro Yoda, ma ci stiamo lavorando.
Ci trovate davanti alla libreria Liberamente che sarà nostro partner per questo evento.

Convinci i nostri lettori a venire come se parlasse Darth Vader…

Non siate troppo fieri di questa salsicciata domenicale in pineta che avete organizzato, l’abilità di una griglia è insignificante in confronto alla potenza della Forza… Se Domenica non verrete, mi avrete deluso per l’ultima volta….chhhhhs………chhhhhs……..chhhhhhss!

Info

Dove: via Leon Battista Alberti, Ravenna
Quando: domenica 21 settembre ore 10:00
Web: www.empira.it

Author

Nata sorridendo, e in ritardo, nel novembre ’76: da allora mai stata puntuale e sempre di facili entusiasmi. Cresciuta tra salsedine e fili d’erba, ho cominciato a scrivere da piccolissima, leggendo il Resto del Carlino del nonno e i fumetti nelle scatole dei Puffi da collezione. Oggi lavoro nei musei, ma non ho mai smesso di scrivere. Sono laureata in Conservazione dei BC (Storia Contemporanea) e ho una specializzazione in Didattica e Comunicazione. Adoro le arti, gli scorci inconsueti, i giardini incolti, i ruderi, i personaggi assurdi e gli oggetti del passato che hanno una storia da raccontare. Vivo in una mansarda bianca e rossa e ho imparato, dai miei gatti, a scendere dal divano solo per ottimi motivi.