I turisti non sono tutti uguali

I turisti non sono tutti uguali

In una città turistica è facile essere circondati da cento idiomi diversi, sciami di turisti che trotterellano in città, a volte affaticati ed accaldati arrancano dietro guide turistiche dal tono militaresco, che dirigono i loro sguardi verso le meraviglie di Ravenna, come in una danza governata da una mano che indica qualcosa di lontano.

Oppure li trovi che entrano in piccoli gruppi nella tomba del Sommo Poeta, due o tre per volta si guardano attorno con aria stupita o sfatti dal tanto camminare.

Infine incontri quello che si aggira per la città, cartina alla mano, con un’aria quasi elegante e pensi che abbia un appuntamento galante e non sia un turista qualsiasi, o che magari stia andando ad un colloquio di lavoro… e vedi quel gesto, di chi si mette a posto “il ciuffo che non c’è più” … perché bisogna sempre presentarsi a posto!

Guest blogger: Rob Damat
Dove trovarla: Instagram, Google Plus.

 

Vuoi diventare anche tu Guest Blogger per DiRavenna? Inviaci i tuoi scatti o le tue storie sulla città, saremo lieti di visionarli e pubblicarli a tuo nome.

Scopri di più sul progetto DiRavenna o contattaci via email.

Leggi anche gli altri Guest Post!