Il porto di Ravenna – un giro in motonave

Il porto di Ravenna – un giro in motonave

La motonave arriva mentre il sole inizia a scendere alle sue spalle. I traghetti si incrociano rapidi sul canale. I gabbiani attendono l’ora propizia per la pesca.

La motonave riparte, contro il cielo dorato, per portarci in una Ravenna che solitamente non puoi vedere.

Il canale Candiano è il porto di Ravenna, disseminato di attracchi, gru, mercantili, navi da crociera, pilotine, edifici vecchi e nuovi, fabbriche, comignoli, camminamenti.

Da Porto Corsini e Marina di Ravenna fino al Ponte Mobile c’è una lunga storia, che parla di guerra, di pescatori, di grandi industrie, di turismo.

Abbiamo vissuto e riscoperto tutto questo grazie ai ragazzi di ArsRa, un gruppo di creativi ravennati che si sta muovendo per far conoscere la città “in tutti i sensi”. Lo fanno perché gli piace, lo fanno perché ci credono, senza tornaconto. Come altri gruppi e associazioni in città hanno a cuore i luoghi e gli eventi magici del territorio e, come altri, lavorano affinché siano di tutti e per tutti.

Informazioni

Info sulla visita al Candiano: percorsi nel fine settimana (sabato e domenica, 18.30 e 19.30).
Partenza dal Faro di Marina di Ravenna (Ritrovo al Bar Timone).
Costo: € 11,00.

Contatti
Web: www.arsra.it
Email: info@arsra.it
Social: FacebookTwitter

Author

Sono nato nell’anno in cui Gabriel Garcia Marquez vinse il Festival di Sanremo, Riccardo Fogli segnò un gol incredibile alla Germania nella finale dei Mondiali e Marco Tardelli si aggiudicò il Nobel per la Letteratura. Mezzo Romagnolo (la parte di sopra) e mezzo Toscano (sotto) ho studiato Cinema e Letteratura, tra Bologna e Torino, ho vissuto a Madrid e Edimburgo, ho fatto il giostraio e l’insegnante, sono uno scout, non sono battezzato, sono un improvvis-attore e ho suonato in un gruppo punk. Oggi scrivo e mi occupo di video. Ho una moglie e un figlio che contemplo e ammiro. Viva i biscotti e la cedrata.