La mano e l’occhio del tappezziere

La mano e l’occhio del tappezziere

A Ravenna in via Camillo Morigia n.19, non lontano da via Cavour c’è una bottega nella quale si custodiscono i segreti del “fare”. Qui la mano dell’artigiano sfiora le trame del prezioso broccato che nasconde, all’occhio del profano, il telaio in legno di faggio, le molle in ferro e le cinghie in juta di un divano costruito così come solo i tappezzieri di una volta erano soliti lavorare.

Scopri altro sull’artigianato a Ravenna.

Leggi anche

  • La clavi-viola di Leonardo da Vinci

Author

Sono nato a Bologna nel 1978, ma vivo a Ravenna da sempre. Di professione sono Architetto, quando non disegno fotografo e cerco quell’istante che coglie l’emozione. Amo il molo di Marina di Ravenna nelle calde notti d’estate, piazza del Popolo la domenica mattina, il fruscio delle foglie dei platani di parco Pasolini, le urla della ricreazione nei giardini delle scuole, le prove dei concerti, i trucioli sul banco del falegname, i nonni che giocano a bocce ed il parmigiano sui cappelletti.